BlondeTiger.net

Yoga come strumento per mantenere e migliorare la salute mentale e fisica e la piena forma fisica

yoga

Lo yoga è una filosofia di vita dell’India e un sistema di esercizi fisici, mentali e di respirazione che risale a 4000 anni fa. Ci sono almeno diverse decine di varietà di yoga. Ognuno differisce significativamente dall’altro sia nella teoria che nella pratica. Come arte di esplorare il mondo, lo yoga funziona in molte religioni – non solo nell’induismo, ma anche nel buddismo o nel giainismo. Ciò che è conosciuto oggi come “yoga” si riferisce a pratiche specifiche – una combinazione di asana, pranayama (l’arte della respirazione) e meditazione. Tali attività sono classificate come hatha-yoga.

Una breve storia dello yoga

È difficile parlare di una breve storia dello yoga, se le sue tracce più antiche risalgono al 3300 a.C. Gli artefatti trovati – figurine di terracotta che imitano figure umane in pose caratteristiche – testimoniano le antiche pratiche. Le successive menzioni chiave della filosofia provengono dai più antichi libri sacri dell’induismo (Vedas). La base dello yoga moderno si trova nell’ottavo secolo a.C. (Upanishad). Il primo trattato interamente dedicato allo yoga nasce nel terzo secolo a.C. Tuttavia, la fase culminante del suo sviluppo cade nel I secolo a.C. – Fu l’epoca della codificazione e dell’ordinamento delle pratiche precedentemente conosciute. I secoli seguenti furono dedicati allo sviluppo di varietà alternative di tradizioni meditative e alla divulgazione delle tecniche yoga.

Cos’è lo yoga?

Concentriamoci sulla definizione attualmente data dello yoga come un’attività di salute moderna. Discuterne in un contesto filosofico più ampio per molti potrebbe essere non solo noioso ma anche stancante. In poche parole, lo yoga è un allenamento del corpo e dell’anima. Consiste in molte posture (asanas) e stati. È versatile, accessibile a chiunque, indipendentemente dall’età o dal sesso, e può essere fatto quasi ovunque – a casa, in vacanza, all’aperto, in classi speciali, ecc. La padronanza graduale di ogni successiva posizione yoga si traduce nel controllo degli impulsi del corpo, dei nervi o dei capricci – tutto ciò che limita un individuo nella crescita personale e nell’auto-miglioramento.

Effetti dello yoga sulla salute umana

Lo yoga come attività fisica influenza tutti i sistemi e gli organi del corpo umano. I primi effetti sulla salute possono essere notati dopo solo un mese di pratica regolare. Le asana, o posture yoga, lavorano il corpo su quattro piani: allungamento, rafforzamento, pressione e rilassamento. Il Pranayma, invece – la meditazione combinata con le tecniche di respirazione – promuove la purificazione del sistema nervoso, così come la disintossicazione generale del corpo. Facilita il controllo delle emozioni e la calma.

Yoga e perdita di peso

Anche se gli esercizi di yoga hanno una forma piuttosto statica, questa attività è perfetta se si vuole ridurre il peso in eccesso. Le posizioni correttamente selezionate, attuate gradualmente, influenzano le strutture muscolari più profonde. Come accennato in precedenza – ci sono molti tipi di yoga. La maggior parte delle attività moderne si basa sull’hatha-yoga con elementi di altri. Quando si perde peso, è meglio scegliere l’hatha-yoga con elementi di ashtanga-yoga o l’hatha-yoga con elementi di bikram-yoga.

  • L’Ashtanga Yoga è anche chiamato yoga dinamico. Si basa su un percorso in otto passi. La chiave del successo è l’esperienza e la realizzazione di tutti i seguenti punti: yama (principi morali), niyama (lavoro su se stessi), asana (esercizi fisici), pranayama (controllo del respiro), pratyahara (controllo dei sensi), dharana (concentrazione), dhyana (meditazione) e samadhi (realizzazione del sé). Il passo finale è l’illuminazione totale – venire a patti con il proprio sé. Nonostante le apparenze, gli esercizi dell’Ashtanga Yoga sono molto impegnativi. Ogni posizione successiva aumenta la forza e la flessibilità dei muscoli e dei tendini. Gli effetti sono visibili dopo ogni pratica.
  • Bikram-yoga si basa sugli esercizi di base dell’hatha-yoga, con la differenza che vengono eseguiti in condizioni appropriate – a 40 gradi di temperatura, con un’alta umidità (fino al 50%). A causa delle specifiche, tale attività è possibile solo in luoghi specifici, precedentemente preparati. L’alta temperatura e l’umidità alzano significativamente l’asticella, rendendo gli esercizi ancora più intensi che in condizioni normali.

Si stima che un’ora e mezza di lezione di yoga permette di bruciare fino a 1000 kcal.

L’esercizio sistematico (almeno tre volte alla settimana) accelera il processo di pulizia del corpo, aggiungendo energia. L’aumento della resistenza allo stress, la diminuzione dell’appetito, la minore tendenza a fare spuntini e la maggiore richiesta di prodotti più nutrienti e “verdi” aiutano a raggiungere il peso desiderato in un tempo molto breve.

Lo yoga e il trattamento delle malattie fisiche

Lo yoga è una modalità versatile che colpisce praticamente tutto il corpo. Praticato regolarmente e gradualmente, aumenta la flessibilità della colonna vertebrale e la mobilità delle articolazioni. È perfetto per le persone che lottano con vari tipi di dolore. Un’adeguata ossigenazione del corpo contribuisce ad abbassare la pressione sanguigna e a migliorare la capacità polmonare (facilita la respirazione). Questo è particolarmente importante nell’asma. È anche impossibile non menzionare il fatto che lo yoga influisce perfettamente su tutto il sistema endocrino, compresa la normalizzazione dei livelli di zucchero nel sangue. Inoltre:

  • aumenta la forma fisica generale, rende il corpo più forte e flessibile, meno suscettibile alle lesioni, rallenta la naturale usura dei tessuti e aumenta la fluidità dei movimenti
  • regola il colesterolo, così come il glucosio, il sodio e i trigliceridi, aumenta i livelli di ATP, aumenta gli antiossidanti e stimola il corpo all’autopulizia e all’autoguarigione
  • ritarda il processo di invecchiamento della cartilagine, riducendo così il rischio di fratture o malattie come l’osteoporosi o l’artrite
  • riduce il rischio di malattie legate allo stile di vita (sovrappeso, obesità, ictus, aterosclerosi, diabete o infarto)
  • migliora la digestione, stimola il metabolismo e riduce il rischio di malattie gastrointestinali
  • aiuta a domare i “problemi femminili”, stimola le ghiandole endocrine, rafforza i muscoli del pavimento pelvico (riduce il rischio di parto prematuro) e allevia i disturbi della gravidanza.

Yoga e il trattamento della malattia mentale

La ricerca scientifica dimostra che lo yoga contribuisce alla riduzione dello stress riducendo l’attività del sistema nervoso simpatico e dell’asse ipotalamo-surrene. Diminuisce anche il cortisolo salivare, la renina plasmatica, la glicemia e gli ormoni epinefrina e norepinefrina, così come i marcatori infiammatori che appaiono nel corpo a causa dello stress. Lo yoga praticato regolarmente ha un impatto fondamentale sulla psiche umana – aumenta la capacità di adattamento di un individuo, sia in termini di pensiero, comportamento o emozioni. La pratica non solo facilita la gestione dello stress, ma riduce anche la tendenza all’irritabilità e aumenta l’autoefficacia. Riduce i sintomi della depressione, promuove il trattamento di fobie, nevrosi, ossessioni, tristezza, disturbo da stress post-traumatico, dolore cronico e insonnia. Gli studi hanno dimostrato che quando viene usato da malati cronici e terminali, migliora la loro qualità di vita.

Yoga per ogni fase della vita

Anche se lo yoga è una soluzione universale, consigliata praticamente a tutti, indipendentemente dall’età, ci sono diverse controindicazioni che limitano la possibilità della sua pratica. Come detto prima – allevia il mal di schiena, ma stiamo parlando di disturbi temporanei. In caso di malattie croniche è necessario consultare un medico o un insegnante di yoga. Lo yoga non è raccomandato a persone con problemi di equilibrio o osteoporosi avanzata. Per ragioni di sicurezza, gli allenamenti incontrollati non sono raccomandati alle donne incinte. Queste persone dovrebbero allenarsi solo sotto la supervisione di un allenatore.

Yoga per bambini

Lo yoga per i bambini combina piacevole e utile. L’introduzione delle asana tradizionali dovrebbe procedere molto più lentamente nel caso dei più piccoli, tenendo conto delle loro figure amichevoli. Poiché i bambini si annoiano rapidamente, per incoraggiarli a continuare a lavorare, vale la pena usare il metodo delle immagini o portare gli esercizi sotto forma di gioco, per esempio fingendo di essere animali o figure mitiche. Se l’addestramento è troppo rigido, il cane può essere scoraggiato, quindi dovrebbe “scodinzolare”, “alzare una zampa” o “scavare una buca con una zampa”. Un allontanamento dalla nomenclatura classica è particolarmente importante in questo caso.

Yoga per anziani

Lo yoga per anziani si basa esattamente sugli stessi principi di qualsiasi altro yoga. Tuttavia, nel caso di persone oltre i 65 anni, aiuta a far fronte alle limitazioni aggiuntive derivanti dalla vecchiaia. Introdurre un’attività fisica regolare, e a sua volta rendere il corpo più flessibile e rimuovere la tensione o la rigidità causata dalla mancanza di movimento, aiuta a ridurre la degenerazione del sistema scheletrico. Lo yoga è progettato per aiutare gli anziani ad affrontare le attività quotidiane come salire una rampa di scale, andare a fare la spesa o correre all’autobus.

Yoga per principianti
Alcuni consigli su come iniziare a praticare

  1. L’abbigliamento giusto è importante?
    Sul mercato si possono trovare diverse soluzioni di moda dedicate alle lezioni di yoga. Contrariamente alla credenza popolare, nessuna di esse è necessaria per noi. La chiave del successo è un abbigliamento largo e comodo. Indossa solo quello con cui ti senti a tuo agio.
  2. È necessario un tappetino?
    Un tappetino da yoga è utile sia in classe che durante la pratica a casa. Tuttavia, questo non significa che devi comprare il prodotto più costoso disponibile nel negozio. Un semplice e classico tappetino in PVC sarà sufficiente. Tuttavia, è importante che sia antiscivolo.
  3. Lo yoga va di pari passo con la dieta?
    Tutto dipende dalle risoluzioni individuali. Quando si tratta di mangiare prima dell’allenamento, si raccomanda di limitare l’assunzione di cibo a 2 ore prima dell’esercizio. Lo stomaco vuoto favorisce una respirazione stabile e calma.
  4. Perché mi sento frustrato?
    La frustrazione è un sintomo tipico quando si saltano le basi e ci si butta a capofitto. Lo yoga non è così facile come sembra. Solo aumentando gradualmente il livello di difficoltà potrai domare il tuo corpo.
  5. Il respiro è importante?
    Sì. Una corretta tecnica di respirazione si traduce in un corretto allenamento di yoga. Le prime lezioni, a casa o in un club, dovrebbero consistere nell’imparare il pranayama.
  6. Quanto spesso devo praticare yoga?
    In questo campo la cosa più importante è la regolarità. È meglio praticare 3 volte alla settimana per 30 minuti che una volta in 7 giorni per 1,5 ore.
  7. È possibile fare yoga a casa?
    Senza dubbio sì. Purtroppo, nei propri quattro angoli ci sono molte tentazioni a cui bisogna fare attenzione. L’allenamento a casa dovrebbe essere libero da Internet, dai bambini che corrono in giro o dalla cena che si cucina dietro il muro.

Yoga a casa – da dove cominciare?

Infine, qualche parola sulla pratica dello yoga a casa. Anche se sembra che la pratica sotto la supervisione di un insegnante sia migliore, nulla vieta di imparare lo yoga da soli. Questa soluzione è perfetta per chi ha già delle basi e vuole approfondirle. Cosa bisogna tenere a mente quando si prepara un’attività a casa?

Prima di tutto: il posto. Non tutti hanno una stanza per gli esercizi in casa. Molte persone non possono permettersi di mettere da parte una stanza separata per lo yoga. A volte trovare un piccolo angolo è abbastanza difficile. Lo yoga ha il vantaggio di poter essere praticato praticamente ovunque. Tutto ciò di cui hai bisogno è una superficie di dimensioni di un tappetino sul pavimento. Nota: metti il tappetino direttamente sul pavimento, mai su un tappeto o una moquette.

Secondo: l’attrezzatura. Non hai bisogno di vestiti o accessori costosi per iniziare a praticare yoga a casa. All’inizio, saranno sufficienti vestiti larghi e comodi e un semplice tappetino in PVC antiscivolo. Attenzione: le calze antiscivolo sono solo un trucco di marketing – lo yoga si pratica a piedi nudi!

Terzo: video didattici. Potete trovarli per esempio su YouTube. Per i principianti funzioneranno anche delle semplici immagini.

Quarto: il controllo. Con lo yoga, il controllo è fondamentale. Si pratica per se stessi, non per impressionare gli altri. Lavorare attraverso una gamma massima di movimento senza la supervisione di un allenatore può essere rischioso, quindi è una buona idea tenere un diario del benessere, compreso qualsiasi disagio il giorno dopo l’allenamento.

Quinto: la postura. Lo yoga a casa, soprattutto per i principianti, comporta il rischio di alcuni errori. La mancanza di pratica può portare all’approfondimento di schemi di movimento impropri, e di conseguenza a lesioni. Per evitare tali problemi, è consigliabile praticare davanti a uno specchio o contattare regolarmente un maestro per analizzare i progressi fatti finora.

Sesto, la regolarità è molto importante nello yoga. Anche se praticando a casa puoi scegliere tu stesso il tempo e il luogo dell’allenamento, vale la pena di determinare orari o giorni specifici della settimana. In questo modo svilupperai una certa routine, che ti aiuterà nelle fasi successive.

Sette: Savasana. Il rilassamento è importante come qualsiasi altra fase della pratica yoga. Savasana è una posa in cui il corpo assorbe l’energia creata durante la pratica precedente.

Se stai sperimentando qualsiasi tipo di disturbo nel tuo corpo che vuoi curare con metodi naturali – controlla il nostro articolo sulla salute!

Yoga come strumento per mantenere e migliorare la salute mentale e fisica e la piena forma fisica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su